Cosa visitare a Marrakech: intrigante, vivace e travolgente!

Visitare Marrakech: tra colori e profumi unici.

Vorresti visitare Marrakech? In questo articolo ti racconto cosa non perdere in questa meravigliosa città marocchina!

Se dici Marrakech, sai prima di tutto a cosa penso? Di getto dico: intrigante, vivace e travolgente!

E adesso ti spiegherò perché ho pensato subito a questi tre aggettivi.

Iniziamo a capire cos’è Marrakech e dove si trova, poi ti spiego perché devi assolutamente visitarla e cosa non devi perderti.

Marrakech si trova nell’entroterra del Marocco Centrale. Conosciuta anche come la città rossa del Marocco è una destinazione turistica molto apprezzata e popolare soprattutto per i suoi colori vivaci, la sua affascinante storia e la sua cultura unica. Marrakech, insieme a Fès, Rabat e Meknes, fa parte delle quattro città imperiali del Marocco.

Devi visitare Marrakech perchè è una città piena di vita: qui la tradizione incontra la modernità e ogni esperienza diventa unica grazie ad una miscela di cultura, storia e arte che rimangono impresse nella mente e nel cuore di chi la visita.

Un consiglio? Open mind!

Se vuoi vivere intensamente questo viaggio devi farlo.

Non lasciarti infastidire dai richiami dei venditori della medina, o dai forti odori che pervadono l’aria, fa tutto parte dello spettacolo!

Le attrazioni da visitare a Marrakech

Questa città imperiale è famosa per la sua Medina racchiusa tra le antiche mura medioevali, dichiarata Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Immancabile tappa da fare assolutamente sono i mercati tradizionali come Suq Semmarine e Suq des Tapis: luoghi magici, perfetti per acquistare tessuti, ceramiche e articoli in pelle, ma anche per farsi ipnotizzare dagli incantatori di serpenti.

La Medina di Marrakech, ti offre l’opportunità di vivere esperienze autentiche ed uniche grazie all’unicità urbanistica e architettonica.

Da visitare è la piazza Jamaa el Fna, conosciuta anche come la “Place”, il luogo più importante della Medina dove si svolge tutta la vita sociale di Marrakech, 24 ore su 24. Di giorno si rimane esterrefatti delle numerose attrazioni: dagli addestratori di scimmie che ti saliranno sulle spalle, ai serpenti e persino ai dentisti che espongono i loro “pezzi” appena estratti. È un mix tra il divertente e il surreale in una piazza-palcoscenico impregnata di grottesco.

Troverai anche tantissime bancarelle che vendono spezie, frutta, lumache e tantissimo altro ancora.

Di notte, cambia lo scenario. Al tramonto la Piazza di Jamaa el Fna ospita tanti “ristoranti a cielo aperto”, infatti è molto caratteristico cenare in questo luogo circondati da artisti di strada che si esibiscono in vari spettacoli e musica.

Che moneta si usa a Marrakech? Il dirham, e con pochi spiccioli potrai salire su una terrazza di uno dei locali intorno alla piazza e godere del panorama. Assolutamente da non perdere!

La geografia di Marrakech

La piazza confina a nord con il quartiere dei Suq e ad est con Qasba, mentre da sud-ovest è dominata dalla Moschea della Kutubiyya: il principale edificio religioso della città. Costruita a partire dal 670 è la più antica dell’Islam.

La medina è il cuore pulsante della città e proprio qui sono presenti i principali monumenti e le attrazioni della città imperiale. Una fermata tra le varie botteghe di artigiani locali e produttori di tappeti è un rito. L’artigianato marocchino infatti è riconosciuto dall’UNESCO come patrimonio immateriale.

Tips e trucchi per visitare Marrakech

2 sono le regole da seguire nella Medina: non perdersi e contrattare.

La città è nota per il suo labirinto di Suq (mercati). Attenzione: il rischio di perdersi è reale, ma niente paura. Perdersi qui è un’esperienza da fare, forse il modo migliore per capire l’atmosfera e l’umanità varia che affolla questi vicoli e botteghe.

La vera Marrakech

La città vive però anche di sovrapposizioni: dal colore, dalla vivacità e dal caos si viaggia verso luoghi tranquilli come i giardini nel deserto, i musei e momenti di relax negli Hammam, un’esperienza culturale unica.

L’Hammam (il bagno turco tradizionale) fa parte della cultura di Marrakech ed oggi se ne ritrovano due tipologie: pubblici e Spa (nate da non tantissimi anni). Negli Hammam pubblici si continua a lavare e massaggiare a terra, questo massaggio viene fatto utilizzando un guanto ruvido e del sapone nero; questa pratica è chiamata “rito di purificazione”.

jardin majorelle
jardin majorelle

Adesso facciamo un salto fuori dalla medina (che tanto ci ritornerai più volte), e andiamo a visitare i giardini Majorelle ed i giardini Menara.

 

I giardini e l’architettura  da visitare a Marrakech

Il più famoso è Majorelle, progettato dall’artista francese Jacques Majorelle (link) da cui il nome, negli anni ’20. L’artista lorenense, innamorato follemente del Marocco, decise di creare un giardino botanico rispettando la tradizione araba-andalusa, ma con un taglio cosmopolita. Il giardino è per l’appunto un’oasi di pace e tranquillità nel bel mezzo della frenesia di questa città e ospita una collezione di piante esotiche e un museo d’arte.

Marrakech inoltre, è una città ideale per gli amanti dell’architettura e del design.

L’architettura araba-andalusa è ovunque, ma un’attenzione particolare la rivolgerei a La Medersa di Ali ben Yousef, un luogo dove si entra subito in sintonia con l’arte ispano-moresca tra marmi, ceramiche e decorazioni geometriche che lasciano il segno.

Il nostro viaggio non è assolutamente finito, anzi, continuiamo ancora alla scoperta dell’architettura tradizionale marocchina con il Bahia Palace, costruito nel XIX secolo. È un esempio di architettura marocchina tradizionale con i suoi cortili, giardini e fontane.

Il Bahia Palace, si trova al confine con l’antico quartiere ebraico (Mellah) e non c’è metro quadro delle sue 150 stanze non decorato, intarsiato o inciso. L’edificio è visitabile, ed è tutt’oggi utilizzato dal re Mohammed VI per incontri internazionali e visite di stato.

Arte marocchina

Inoltre sono numerose le gallerie e musei da visitare a Marrakech, come il Museo della Palmeraie un’ottima scelta per conoscere la cultura e la storia del Marocco attraverso oggetti d’arte e manufatti. Oppure, la Galleria d’Arte Contemporanea dove si possono ammirare le opere di artisti marocchini e internazionali.

Gli alloggi

Marrakech offre diverse tipologie d’alloggio, dalle tradizionali case d’hôtes (case per gli ospiti) alle lussuose kasbah (fortezze), noi possiamo consigliarti l’opzione migliore in base alla tipologia di esperienza che vuoi vivere.

Tantissimi sono i ristoranti e caffetterie dove si possono gustare piatti tradizionali marocchini come la tajine di agnello e il couscous, un viaggio fatto tra spezie e sapori tipici che saranno indimenticabili.

La sua combinazione unica di tradizione e modernità, tra il giorno e la notte fa di Marrakech una destinazione turistica davvero sorprendente.

Attenzione ai dettagli

Voglio però chiudere questo viaggio alla scoperta di Marrakech, ricordandoti di rispettare sempre la cultura del posto, infatti sono pochi i consigli e le “regole” da seguire.

La religione (islam) non consente di:

  • Bere alcolici nei luoghi pubblici. Certo che si bevono alcolici, ci mancherebbe, ma non è possibile farlo in pubblico e in prossimità di luoghi sacri.
  • Non scattare foto senza chiedere il permesso nei suq o in piazza Jemaa el Fna. Ti sarà sicuramente concesso di farlo, ma chiedere non fa male.
  • Utilizzare un abbigliamento adatto. Questo soprattutto quando si visita una moschea o un luogo sacro.
  • Attenzione alle biciclette e scooter. Il caos è di casa soprattutto in piazza o per i suq. Avere un occhio più attento è meglio.

Ecco, adesso ho finito.

Per il resto, goditi Marrakech!

Ricerca

Febbraio 2024

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29

Marzo 2024

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
1 Persone

Compare listings

Compare
×