Abruzzo: Neve, cultura e tanto altro

Finalmente è arrivata la neve in Abruzzo!

L’Abruzzo regala tantissimi scorci, che spesso non si conoscono perché è una regione talvolta trascurata dai turisti anche durante l’inverno.

E la domanda è: perché?

L’inverno si compone di tantissime esperienze, una serie di opportunità uniche per scoprire il meglio di questa regione; la natura offre dei paesaggi composti da cime e altipiani innevati, piccoli borghi che ricordano i “presepi”, tutto a misura d’uomo, treni storici a tema natalizio, riti e tradizioni popolari.

Le sue montagne strepitose offrono una vasta gamma di attività invernali come sci, snowboard ed escursioni. Le principali località sciistiche della regione sono Roccaraso, Campo Felice e Campo Imperatore; tutte (!) offrono numerose piste, adatte sia ai principianti che vogliono finalmente provare l’esperienza e/o brivido degli sci e del freddo che accarezza il viso (dipende dai punti di vista…), ma anche ai più esperti.

Ora, vorrei proseguire, stilando una scaletta con dei suggerimenti per chi come te, sta programmando o vorrebbe programmare un viaggetto in Abruzzo con noi di Amami Viaggi.

Ti porto con me in questo viaggio (immaginario o forse no?).

Forza, iniziamo!

Transiberiana d’Italia

La Transiberiana d’Italia è un treno storico che viaggia oggi esclusivamente per i turisti su una linea dismessa dal 2007 – la Sulmona – Isernia.

Un passato che vive ancora grazie ai vagoni anni ’20 della Transiberiana e che forse è tra le esperienze più emozionanti da fare in Abruzzo (in ogni stagione). Trattandosi di un itinerario prettamente montano l’esperienza risulta più emozionante nei mesi freddi.

Lungo il tragitto, il treno fa tappa nei paesi più caratteristici, in un clima allegro, vivace e caloroso… prettamente abruzzese!

Sciare in Abruzzo

Roccaraso, Ovindoli, Campo Imperatore, Pescocostanzo, Campo di Giove sono alcune delle località sciistiche in Abruzzo e rappresentano una delle peculiarità più apprezzate da visitare. Roccaraso prima tra tutte.

Con un turismo prettamente invernale, si è affermata come una piccola perla del centro Italia, tanto da essere citata dal comico Checco Zalone nel suo “Quo Vado?”.

Tantissime sono le strutture presenti a Roccaraso, in grado di ospitare i turisti appassionati delle nevi, di rifugi, ed offre una serie di sport invernali, come trekking su ciaspole o affittare motoslitte per divertenti uscite con gli amici.

Roccaraso è una meta per la famiglia, gli amici, le coppie, ma anche per chi da solo vuole scoprire e godersi dei luoghi unici fatti di storia (tanta), arte, buon cibo (vabbè, ciao!) e tanto altro ancora.

Il Parco Nazionale d’Abruzzo

Il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise è considerato il polmone verde d’Italia.

In inverno l’atmosfera del parco è quella di un piccolo mondo senza tempo, grazie a paesi come Opi, Pescasseroli, Barrea, Civitella Alfedena che regalano ritmi lenti e sapori intensi. La natura sembra dormire, ferma in attesa di svegliarsi in primavera. Un luogo per certi versi sacrale ricco di fauna selvatica con il lago Barrea, da visitare in ogni periodo dell’anno.

Un’area protetta, come quella della Camosciara, perfetta per organizzare un’escursione attraverso le foreste ottocentesche, e per i più fortunati, riuscire a scorgere cervi e caprioli in pascolo.

Scanno, il paese dei fotografi

Ha la forma di un cuore. Tu lo sapevi?

Una volta giunti in paese (una piccola meraviglia), non occorre far altro che godersi ogni scorcio!

Per arrivare a Scanno, ci sono due opzioni percorribili: da Barrea oppure percorrendo le pareti rocciose delle Gole del Sagittario.

In entrambi i casi non resterai deluso.

Tra folklore e la rara bellezza del borgo, Scanno è diventata super gettonata soprattutto per i professionisti e manti della fotografia che attraverso i lori scatti hanno dato vita ad un vero e proprio luogo di culto per gli appassionati dello scatto: Cartier – Bresson, Ferdinando Scianna, Renzo Tortelli e ancora molti altri.

Fara Filiorum Petri

Il piccolo borgo di Fara Filiorum Petri, in provincia di Chieti, è conosciuto in Abruzzo per la sua tradizione più rappresentativa: le Farchie.

Le Farchie sono delle alte fascine di canne che in occasione della festa di Sant’Antonio Abate vengono accese. Lo spettacolo è davvero suggestivo perché, immagina: la notte con il suo buio, e la luce del fuoco che illumina il borgo. Un’esperienza da provare almeno una volta nella vita.

Mare d’inverno

Abbiamo parlato di luoghi montagnosi anche se l’Abruzzo è anche mare, ma in questo periodo che fa freddino, andiamo più in montagna. Magari al mare, ci torneremo con un nuovo articolo.

Finito questo viaggio, qualche consiglio è doveroso.

Tips abruzzesi

Cose utili che servono per visitare questa regione sono:

  • gomme termiche
  • catene
  • abbigliamento adatto alle diverse attività da svolgere.

Aspetta, aspetta! Manca davvero l’ultimo consiglio: rispetta sempre il territorio e non rifiutare mai un assaggio di genziana offerta da un autoctono, ti farà capire quanto è grande l’ospitalità in Abruzzo.

Fai buon viaggio, noi di Amami Viaggi saremo la tua guida!

Ricerca

Gennaio 2023

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31

Febbraio 2023

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
1 Persone

Compare listings

Compare
×