Luci d’Artista – Quando la magia del Natale si illumina di colore

luci d'artista

Ieri, 28 Novembre 2022, si è tenuta la presentazione ufficiale delle Luci d’Artista edizione 2022/2023 presso la Sala del Gonfalone del Palazzo di Città. Alla conferenza stampa hanno preso parte il Sindaco di Salerno Vincenzo Napoli, l’Assessore al Turismo e alle Attività Produttive Alessandro Ferrara e il Vicepresidente della Camera di Commercio di Salerno Pasquale Giglio, presenti inoltre i referenti delle associazioni di categoria coinvolti nell’evento come l’Amministrazione Comunale, Confcommercio, Confesercenti, Cna.

Dal 02 Dicembre 2022 fino al 29 Gennaio 2023 la città di Salerno apre le porte al Natale.

Il via alla spettacolare esposizione d’arte luminosa in parchi, piazze e strade della città; numerose sono le iniziative e le novità di questa edizione:

  • Nuove installazioni
  • Eventi culturali
  • Spettacoli
  • Shopping

Importantissima è l’attenzione al risparmio energetico, il comune ha disposto degli orari di accensione: ogni giorno le Luci d’artista saranno accese dalle 17.00 alle ore 02.00 di notte, permettendo ai visitatori un ampio margine orario per la visione di questo spettacolo luminoso.

Inoltre, tutte le lampadine saranno a LED, quindi con un basso consumo energetico.

Ancora adesso prosegue il montaggio delle Luci d’artista, dal popoloso quartiere Carmine, parte alta della città, percorrendo tutta Principati (panoramico, con vista mare) fino ad arrivare sul meraviglioso Corso Vittorio Emanuele (la via dello shopping) e ancora giù fino a Lungomare Trieste (passeggiata stile California, next to sea), Pizza Portanova, nonché in tutti i punti principali del centro storico.

A breve sarò esposto il programma delle iniziative, opere, quartieri e parchi coinvolti fino alla programmazione di mobilità e traffico.

Ecco, la mobilità è fondamentale nell’organizzazione dell’evento!

Durante le edizioni passate, i tour organizzati con pullman collettivi (circa 50 richieste giornaliere per la sosta) venivano deviati presso il parcheggio dello Stadio Arechi (area abbastanza vasta e poco fuori il centro città) e tutti i turisti venivano gestiti grazie a navette dedicate al trasporto riservato per le Luci d’Artista.

Anche quest’anno sono state confermate le navette, seppur con ingressi limitati e scaglionati, il turista in pochissimo si ritroverà direttamente immerso nella magia natalizia salernitana.

Oltre alla velocità delle navette, la zona dello Stadio Arechi, permette al turista la possibilità di poter prendere direttamente la metropolitana sopraelevata ed arrivare in centro (Stazione F.S.) oppure dalla Stazione Centrale è possibile prendere un altro treno (Treno Metropolitano per Napoli) e scendere alla fermata “Duomo – Vernieri” (cuore pulsante del Centro Storico).

La tradizione ormai si ripete da ben 16 anni, nata nel 2006 sulla scia del successo delle luci di Torino, è presto diventata una delle maggiori caratteristiche del panorama salernitano invernale.

Grazie all’idea dell’allora Sindaco Vincenzo De Luca, ora Governatore della Campania, le Luci d’Artista – pur partendo in sordina – in brevissimo tempo hanno riscontrato una risonanza internazionale con presenze di circa 700.000 persone nell’edizione dello scorso anno con circa 40 km di cavi per oltre 30 km di strade interessate dalle esposizioni.

Con l’accensione delle luci Salerno diventa magica. Colori e temi incantati che ogni anni cambiano a seconda del tema scelto, quest’anno si vocifera che la città ospiterà i “Dinosauri”, perlomeno all’interno della Villa Comunale, dove generalmente vengono allestite le luminarie più grandi.

Il budget stimato per l’edizione Luci d’Artista 2022-2023 è stimato di circa 2 milioni di euro.

La città vanta inoltre di una posizione fantastica: situata in un golfo tra la Costiera Amalfitana e la Piana del Sele, con un clima mite tutto l’anno permette davvero di godersi ogni singolo angolo.

Luci d’Artista, inoltre, unisce l’Italia, poiché è un’occasione di gemellaggio con Torino.

Le due città infatti, spesso “scambiano” tra di loro le opere più belle in modo da renderle ancora più accessibili al grande pubblico.

Nel corso delle edizioni si sono succedute le opere di molteplici artisti, sia locali che provenienti da diverse parti d’Italia ed estero. Molte opere sono realizzate con tecniche e materiali diversi, spesso proprio con materiali riciclati (plastica). L’attenzione principale non è solo verso l’estetica che ovviamente ha un valore importante e d’attrattiva per questa kermesse, ma sta molto anche verso il design e comunicazione visiva.

Oltre all’installazione delle luci, Salerno organizza l’allestimento dei mercatini natalizi, che contribuiscono ancora di più a creare l’atmosfera natalizia che piace tanto a tutti.

Merita assolutamente la visita l’albero di Natale in Piazza Sedile di Portanova, che nelle scorse edizioni ha raggiunto un’altezza record di 25 metri e anche quest’anno stupirà, infatti il comune ha intenzione di investire una fetta del budget proprio sull’acquisto di un albero ancora più sorprendente.

Il tour della città è quasi obbligatorio, basta semplicemente seguire le luminarie dal Giardino della Minerva, passando per Piazza Sant’Agostino e giungendo alla Villa Comunale.

Sarà illuminato anche il vicino arenile insieme alla zona del Lungomare Trieste, che anche per quest’anno sarà affollato da simpaticissimi pinguini luminosi.

Confermata anche per questa edizione, la ruota panoramica, installata sotto la piazza della Concordia (zona lungomare) che regala una prospettiva speciale, grazie ai suoi 60 metri d’altezza (prima in Europa).

Non mancherà come da tradizione natalizia, il presepe, tra cui il famoso “Presepe di Sabbia” presso il Museo Diocesano.

Un accenno al Covid è di dovere.

Quest’anno a differenza del passato, non sarà più richiesto il Green Pass (come normative vigenti).

Saranno però allestiti, per prevenire la possibilità di contagi, dei percorsi obbligatori, a senso unico, così da direzionare il flusso dei visitatori.

Inoltre nelle zone circoscritte, ad esempio la Villa Comunale, il flusso sarà scaglionato, con un massimo di visitatoti, bisognerà fare qualche minuto di fila, ma con tutta certezza, ne vale davvero la pena, sia per i grandi che per i più piccini.

Altro fattore da non trascurare per la visita in città, è dove dormire.

Salerno – fortunatamente – da qualche anno ha intuito la grande potenzialità delle Luci d’Artista, diventando meta invernale oltre ad essere scelta per il turismo estivo.

La comodità della città grazie alla sua stazione centrale nel cuore della città, insieme alla metropolitana, autobus e taxi ti permette di godere in pieno il clima natalizio senza troppo stress come anche il favoloso mare della Costiera Amalfitana.

In ogni modo, per chi vuole soggiornare in città c’è un’ampia scelta di prezzi e di strutture alberghi, case vacanze e b&b.

Noi di Amami Viaggi, ti diamo la possibilità di scegliere tra numerose strutture selezionato ad hoc con prezzi competiti per il visitatore che non vuole solo un posto dove dormire e lasciare le valige, ma che vuole godersi la città a 360 gradi.

Vieni a SALERNO non come turista ma come ospite!

Ricerca

Gennaio 2023

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31

Febbraio 2023

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
1 Persone

Compare listings

Compare
×